Shazam!

in riproduzione....

Seleziona una città:
Shazam!.jpg

Quando grida la parola SHAZAM (acronimo che sta per la saggezza di Salomone, la forza di Hercules, la resistenza di Atlante, il potere di Zeus, il coraggio di Achille e la velocità di Mercurio), l’adolescente Billy Batson è in grado di trasformarsi in un supereroe dall'aspetto adulto. Ovviamente userà i poteri per... divertirsi! Ma dovrà anche imparare a controllarli se vorrà fermare i folli piani del malvagio Dr. Thaddeus Sivana.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Shazam!
GENERE
NAZIONE
Stati Uniti
REGIA
CAST
DISTRIBUZIONE
Warner Bros
DURATA
132 min.
USCITA CINEMA
03/04/2019
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2019
di Mattia Pasquini
 
Abbiamo visto di tutto da parte di DC comics e Marvel riguardo al tentativo di proporre nuovi cinecomic, nuovi eroi e nuovi sguardi nel genere film di supereroi. Anche, in alcuni casi, arrivando a raschiare il fondo del barile presentando l'impresentabile. Strano quindi si sia aspettato tanto per realizzare questo Shazam! Per il regista David F. Sandberg è l'occasione di tornare a una passione giovanile, per molti la scoperta di un personaggio nato negli anni '40 con il nome di Capitan Marvel e a lungo più popolare persino di Superman.
 
La biografia del regista di Lights Out e Annabelle 2 ce lo racconta come ex commesso di video noleggio, appassionato di animazione, autore di cortometraggi sperimentali e sicuramente particolarmente legato al mondo dell'horror più che della fantascienza, viste le sue prove recenti nella scuderia di James Wan. Tutt'altra storia, insomma. Perché Shazam è un film adolescenziale e - caso più unico che raro - molto tenero, a suo modo. Per esempio nella scelta di uno stile a tratti apparentemente cheap e di temi che abbiamo visto già affrontati, in maniera troppo seria e meno esplicita insieme.
 
La chiave, i protagonisti. Shazam è il potente guardiano nel quale si trasforma il giovane Billy Batson, ragazzino problematico, abbandonato dalla madre e costantemente in transito da un affido all'altro, che si ritrova in una famiglia tanto originale quanto allargata senza risolvere i propri traumi. A distrarlo da tutto questo, il suo nuovo fratellastro e l'incontro con il Mago che lo sceglie come successore. Con annessi e connessi, su tutti l'indesiderata necessità di confrontarsi con un super Alter Ego del quale non gli è stato fornito il manuale di istruzioni.
 
La premessa potrà apparire banale, ma siamo sicuri che l'approccio più Adult che Young di certe storie esemplari lo sia di meno? Billy cresce rapidamente - per fortuna mai del tutto - combattendo contro i sette peccati capitali, contro l'invidia che spinge molti a comportarsi diversamente dalla propria natura, e scoprendo il concetto di fratellanza (anche se dopo l'ultimo Spider-man animato potrebbe sembrare furbizia o tendenza). Ed è raro il taglio scelto, sinceramente Teen, fin negli strumenti con i quali i due ragazzini tentano di fronteggiare l'inedita situazione.
 
Gli effetti comici sono assicurati, e anche se per buona parte il film è sicuramente più Comic che Cine l'esperienza che offre è di quelle che ogni tanto fa piacere fare. Con più anima di tanti colleghi mascherati e più coerenza interna di Power Rangers e Ninja Turles varie, Shazam & Co. si lanciano in una azione sinceramente (e volutamente) confusa e in scontri verbali - con il cattivo di turno, Mark Strong - al limite del ridicolo. Fedeli allo humour del personaggio e quasi infantili, persino, nello scimmiottamento dello stile dissacrante tanto di moda da Deadpool in poi, chiaramente edulcorato per adattarlo al pubblico di riferimento e ai protagonisti stessi.
 
Si ha una sensazione diffusa - e ripetuta - di tenerezza, che spiazza. Perché più che dello scontro con il cattivo di turno o la risoluzione del dramma, la catarsi dell'immancabile trauma che ogni supereroe cerca è proprio nel doppio piano su cui procede la questione familiare. Tra le dinamiche del nuovo nucleo e di tutto il sistema delle adozioni da un lato, e la sindrome dell'abbandono dall'altra.
 
Lo sradicamento di Billy è lo stesso di Shazam, che a differenza di un Lanterna Verde qualsiasi non può contare su una comunità di simili o alleati verso i quali volgere lo sguardo. Ovviamente, visto il tono del film, avremo un finale conciliatorio ma non temete: se vi piacciono i colpi di scena finali. qui un paio ce ne sono.