Rocketman

in riproduzione....

Seleziona una città:
Rocketman

Rocketman è un epico viaggio musicale nell'incredibile storia degli anni che hanno rivoluzionato la vita di Elton John. Il film, ambientato nel mondo delle canzoni più amate di Elton John e interpretato da Taron Egerton, segue la sorprendente avventura che ha visto il timido pianista prodigio, Reginald Dwight, diventare la superstar internazionale Elton John. Queste vicende, che sono state d'ispirazione per tanti, rappresentano una storia assolutamente universale, di come un ragazzo di provincia sia diventato una delle figure più iconiche della cultura pop.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Rocketman
GENERE
NAZIONE
United Kingdom
REGIA
CAST
DISTRIBUZIONE
20th Century Fox
DURATA
121 min.
USCITA CINEMA
29/05/2019
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2019
di Mattia Pasquini
 
Molte delle critiche arrivate al film su Freddie Mercury si concentravano sulla rilettura non del tutto fedele dell'accaduto. Ed è stato un successo. Una scelta analoga è quella alla base di Rocketman, diretto dallo stesso Dexter Fletcher chiamato a salvare Bohemian Rhapsody dopo il licenziamento di Bryan Singer. In questo caso però, per quanto il tono sia a tratti quello della favola e la successione dei brani risponda più a esigenze narrative che filologiche, si avverte molta più sincerità che nell'edulcorato biopic sui Queen.
 
Un musical pieno di cuore ed emozioni, umanità …e paillette! Una storia che promette di eternare la figura di Sir Elton John come Across the Universe aveva conquistato i fan dei Beatles, grazie anche alla scelta di evitare controproducenti scimmiottamenti e all'incredibile interpretazione di Taron Egerton. Stavolta fisicamente dietro le decine di occhiali di ogni foggia e colore, dopo aver conquistato il baronetto con la sua esecuzione di I Still Standing nel Sing di Garth Jennings e averlo fatto innamorare di sé sul set di Kingsman - Il cerchio d'oro.
 
Lì affondano le radici di questo "Fantasy Musical" sulla parabola del settantaduenne artista, dalla sua adolescenza alla crisi superata all'inizio degli anni '80. Una 'Strada di mattoni gialli' che non ha nulla a che fare con il mondo di Oz, e che come quello finisce per rivelare anche le ombre più terrificanti dell'esilio dorato del protagonista. Non a caso, il fil rouge del film è la Yellow Brick Road della omonima canzone, che percorriamo dall'inizio alla fine, prima al fianco del piccolo Reginald Kenneth Dwight (questo il vero nome del cantante) fino alla sua rinascita come Sir Elton Hercules John… e oltre.
 
La denuncia iniziale delle proprie dipendenze - da alcol, cocaina, sesso e shopping - rende difficile allo spettatore di allontanarsi dalla vicenda per ergersene a giudice, permettendo un maggior coinvolgimento. Una partecipazione gioiosa, per quanto possibile in una tale picchiata 'dalle stelle alle stalle'. Ma la dinamica psicoanalitica di fondo è talmente smaccata e insistita che tra traumi infantili da risolvere, l'accettazione della propria omosessualità (vissuta e raccontata con molta meno pruderie che nell'altro film del regista) e del diritto all'amore, anch'essa finisce per aggiungere colore a questo caleidoscopico affresco.
 
È un antieroe spaesato e disperato, crudele o innamorato, fragile o tronfio quello che regala a questa strana biografia non pochi momenti da ricordare, lieti o dolorosi che siano. Con l'unica concessione alla produzione - dello stesso Elton John - di un lieto fine a cavallo tra fantasia e realtà. Un bilancio inevitabilmente positivo, per il soggetto esaminato e la sua storia, sul quale sicuramente incidono le esecuzioni di tanti classici del rock del secolo scorso, 'symphonic', 'glam' o 'pop' che fosse. Tutte - a ulteriore suo merito, come detto - interpretate  da Taron Egerton, capace di non sfigurare con titoli come The Bitch Is Back, Saturday Night's Allright (For Fighting), Crocodile Rock, Tiny Dancer, Don't Go Breaking My Heart, Don't Let Sun Go Down On Me, Sorry Seems To Be The Hardest Word e le già citate Goodbye Yellow Brick Road e I'm Still Standing… Oltre ovviamente alla ricorrente Rocketman e alle indimenticabili versioni di Your Song e Pinball Wizard.