Nocturnos

TRAMA

Un uomo guida di notte per le strade di Buenos Aires dopo aver aspettato invano il ritorno di una donna che lo ha lasciato. Nel corso dei suoi vagabondaggi senza meta, i suoi pensieri più profondi assumono la forma di una poesia, soffermandosi sugli incontri casuali e su quel che la sua fantasia inventa a partire dalle situazioni cui assiste. L'uomo incontra animali notturni di ogni sorta, ricordi della vita reale o di storie narrate: lupi solitari, ladri, fuggitivi, senzatetto, suicidi, amanti e lo spettro della donna che non rivedrà più. Nelle prime ore del mattino un vecchio poeta si abbandona a ricordi sulla memoria e sul suo uso del passato. Nella colonna sonora, le poesie di Baudelaire, Hölderlin, Novalis, Gottfried Benn, Kavafis, Robert Frost e altri si intrecciano con la musica di Ulises Conti per creare uno spartito verbale e musicale che costituisce un elemento essenziale del film, tanto quanto i molti aspetti contrastanti delle notti di Buenos Aires.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Nocturnos
GENERE
NAZIONE
Argentina
CAST
DURATA
64 min.
USCITA CINEMA
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2011