Home | Film | Personaggio

Penelope Cruz

DATA DI NASCITA: 28/04/1974
LUOGO DI NASCITA: Madrid, Spagna
DATA DI MORTE:
biografia
Penélope Cruz Sánchez nasce il 28 aprile 1974 a Madrid. Dopo aver studiato per nove anni danza classica allo Spain's National Conservatory, partecipa ad una selezione indetta da una nota talent agency e, superando la concorrenza di altre 300 ragazze, inizia a lavorarein show televisivi e videoclip musicali. Nel 1991 debutta a livello cinematografico con "Il labirinto greco" e già un anno dopo ottiene numerosi consensi per la sua interpretazione in "Belle époque", film vincitore di numerosi premi Goyas. Nel 1997 conosce Pedro Almodóvar che la dirige in "Carne trémula" e successivamente prende parte all'affascinante progetto di "Apri gli occhi", un thriller psicologico che riscuote uno straordinario successo internazionale. Nel 1998 è lei a vincere il Goyas come migliore attrice protagonista per la bravura interpretativa mostrata ne "La Nina dei tuoi occhi". E' stata acclamata a livello mondiale nel capolavoro almadovariano "Tutto su mia madre", nel film "Blow" accanto a Johnny Depp, in "Passione Ribelle" di Billy Bob Thornton opposta a Matt Damon, ne "Il Mandolino del Capitano Corelli" con Nicolas Cage, e in "Vanilla Sky" con Tom Cruise. Ha inoltre recitato in "Il Tulipano D'oro", film d'apertura al 56° Festival di Cannes, in "Non ti Muovere", con cui ha vinto il David di Donatello 2004 come Migliore Attrice, e in "Gioco di Donna" con Charlize Theron. Ha lavorato nelle pellicole "Sahara" con Matthew McConaughey, "Chromophobia" (2005), film di chiusura al 58° Festival di Cannes (2005) e "Volver" (2006) di Pedro Almodovar. Inoltre ha interpretato "Bandidas" (2006) accanto a Salma Hayek ed è una delle protagoniste del musical "Nine" (2008) con Javier Bardem. Ha lavorato nel film "Lezioni d'amore" (2008) di Isabel Coixet, presentato alla 58ma Edizione del Festival di Berlino ed è una delle protagoniste di "Vicky Cristina Barcelona" (2008). Nel 2013 è nel cast del film "Gli amanti passeggeri" di Pedro Almodovar.