NOTIZIE

Scomparsi dalla TV: che fine ha fatto Yvonne Sciò? 

Da volto di Non è la RAI a produttrice cinematografica

Yvonne Sciò

Yvonne Sciò

21.04.2017 - Autore: Alessia Laudati (Nexta)
Yvonne Sciò è stata una delle grandi protagoniste della televisione anni '90 quando Canale 5 faceva concorrenza per spregiudicatezza dei programmi e dell'uso della figura femminile, alla tradizionale e conservatrice RAI.

Una battaglia che veniva condotta senza esclusione di colpi e che vide il programma Non è la RAI di Gianni Boncompagni come fiore all'occhiello di una politica di intrattenimento più libertina e spregiudicata rispetto al passato.

La Sciò, che era in Italia per lavorare come modella e che ha aveva già lasciato New York dove era nata nel 1969, fu conduttrice della prima edizione del programma insieme a Enrica Bonaccorti e Antonella Elia. Già nel 1989 era diventata famosa grazie a una celebre pubblicità della compagnia telefonica SIP dove intonava il noto tormentone «Mi ami? Ma quanto mi ami? - E mi pensi? Ma quanto mi pensi?». La sua partecipazione al programma di Canale 5 durò tuttavia solo pochi mesi e si concluse nel dicembre del 1991, ma la Sciò riuscì in quel breve lasso di tempo a conquistare il cuore dei telespettatori con la sua bellezza prorompente ed esotica.



E oggi, che fine ha fatto la ex soubrette?

Insieme all'esperienza con il programma televisivo la Sciò ha esordito al cinema con Stasera a casa di Alice di Carlo Verdone. Negli anni Novanta la troviamo in importanti produzioni televisive americane come La Tata e Nikita. 
 
Nel 2005 l'attrice è a Madrid per  il film di successo Torrente 3: El protector; e questo è anche l'anno dove sale alle cronache per il litigio pubblico con la super modella Naomi Campbell, che la aggredì durante un evento pubblico a Roma. Nel 2006 è invece nel cast di La Masseria delle Allodole diretta dai Fratelli Taviani.

A luglio del 2008 Yvonne diventa mamma di Isabella Beatrice e decide di prendersi una pausa per dedicarsi completamente alla sua bambina. Ritornata per un breve periodo negli Stati Uniti per partecipare ad alcuni progetti teatrali, Yvonne ha portato a Venezia nel 2015 il suo film da regista e produttrice sulla vita della fotografa Roxanne Lowit
FILM E PERSONE