Jurassic World

Seleziona una città:
Guardalo nei
cinema più vicini.
TRAMA
Jurassic World

Sono passati 22 anni dagli eventi di Jurassic Park e il sogno di John Hammond è diventato realtà: Isla Nublar ospita ora un parco funzionante, Jurassic World, operativo da una decina d'anni. Ma qualcosa è sempre pronto ad andare storto: per far fronte al declino del numero di visitatori, ormai abituati all'esistenza dei dinosauri, viene creato un nuovo predatore unendo il DNA dei dinosauri più feroci. Ma l'animale si ribella e porta morte e distruzione nel parco...

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Jurassic World
GENERE
NAZIONE
Stati Uniti
REGIA
CAST
DISTRIBUZIONE
Universal Pictures Italia
DURATA
124 min.
USCITA CINEMA
11/06/2015
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2015
RECENSIONE
Bicchieri d'acqua che tremano, il rumore dei passi del T-Rex a piede libero, l'inquadratura sulla maniglia della porta aperta da un velociraptor. Sono questi i ricordi mai invecchiati del Jurassic Park di Steven Spielberg. Ventidue anni dopo la saga dei dinosauri viene ringiovanita con un nuovo capitolo che si presenta come il sequel che aspettavamo sin dall'inizio. Il parco ha finalmente aperto al pubblico e i dinosauri non bastano piÙ a intrattenere il pubblico, oggi bisogna creare dei mostri: esperimenti di laboratorio ottenuti mixando il genoma di diverse specie di creature. PiÙ grandi, piÙ cattivi e con piÙ denti.

I tempi dei brontosauri pacifici e vegetariani che gli umani osservano con occhi meravigliati sono finiti,Jurassic World È una vera e propria arena non cosÌ lontana dal Colosseo dell'Antica Roma: un posto dove decine di migliaia di persone sono pronte a pagare una fortuna per vedere uno spettacolo di morte. Basta che un dinosauro azzanni la sua preda scelta come pasto quotidiano per farli esultare di gioia. Gli elementi narrativi tradizionali della saga sono sempre gli stessi: l'uomo che sfida la natura abusando della scienza, la famiglia disfunzionale che si ritrova in un momento di crisi e i veri cattivi ottusi, quelli che vogliono militarizzare i mostri creati in laboratorio.  
 
L'evoluzione del plot non È all'altezza del suo spettacolo, nonostante la presenza dell'ottimo Chris Pratt nei panni dell'eroe in grado di tenere testa all'Indominus Rex (il nuovo mostro del film) guidando una mandria di velociraptor impazziti. Ancora una volta abbiamo due ragazzini a piede libero nel parco pronti a diventare un banchetto per i dinosauri piÙ grossi; c'È anche la loro zia, Bryce Dallas Howard nei panni della responsabile del parco, un personaggio poco simpatico (e per questo interessante) a cui basta un cambio di pettinatura per diventare un'eroina da medaglia d'oro.

Dietro la macchina da presa Colin Trevorrow si assicura due cose: la prima È quella di farci saltare un paio di volte dalla poltrona grazie a scene action che si concludono sul filo del rasoio, l'altra È quella di aver assemblato un prodotto degno di essere ammirato sul grande schermo. La crisi di idee di Hollywood viene dunque bilanciata con prodotti la cui forza visiva È di cosÌ grande impatto da fare uscire la gente dalle loro case e trasformarla in pubblico in sala.
 
di Pierpaolo Festa