Il mondo di mezzo

TRAMA
Il mondo di mezzo

Il Mondo di Mezzo è ambientato a cavallo tra gli anni '70 e i giorni nostri. Al centro del film l’epopea del mattone a Roma e i disastrosi risultati della cementificazione nelle periferie della capitale espressione della connivenza tra potere politico e palazzinari. Una storia che ripercorre i traffici tra corrotti e corruttori e che sfocia nella nota inchiesta: “Mafia Capitale”. L’imprenditore Gaetano Mariotti (Tony Sperandeo), re delle costruzioni, emigra dal Sud nella Capitale. Nonostante abbia già accumulato un’enorme ricchezza persegue con veemenza la propria attività imprenditoriale avanzando e corrompendo politici e uomini della pubblica amministrazione. Gaetano Mariotti, uomo ambizioso e senza scrupoli, nutre il desiderio di portare suo figlio, Tommaso (Matteo Branciamore) sulle sue stesse orme. Per Tommaso, che non ne vuol sapere, sarà la prematura morte del padre a catapultarlo alla guida dell’impero del cemento. Tommaso “eredita” dal padre anche Gaia (Laure Lena Forgia), giovane ed esuberate starlette con la quale inizierà ad accompagnarsi). La coscienza lascia repentinamente il posto ad un’incalzante avidità che lo porta a stringere uno scellerato sodalizio con il potente Capo di Gabinetto del Sindaco Lucio Oldani (Massimo Bonetti). L’inesperienza e l’arroganza porteranno, però, Tommaso verso il rapido declino dell’impero costruito dal padre. Sul finale, in stile Cosa Nostra, si completa il filone giudiziario ormai noto come Mafia Capitale.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Il mondo di mezzo
GENERE
NAZIONE
Italia
REGIA
CAST
DURATA
94 min.
USCITA CINEMA
04/05/2017
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2017