Hunger Games - La ragazza di fuoco

TRAMA
Hunger Games - La ragazza di fuoco

La ragazza di fuoco si apre con il ritorno a casa di Katniss e Peeta. La vittoria agli Hunger Games perÒ vuol dire cambiare vita e abbandonare familiari e amici, per intraprendere il giro dei distretti, il cosiddetto "Tour di Victor". Lungo la strada Katniss percepisce che la ribellione sta montando, ma che il Capitol cerca ancora a tutti i costi di mantenere il controllo proprio mentre il Presidente Snow sta preparando la 75ª edizione dei giochi (The Quarter Quell), una gara che potrebbe cambiare per sempre le sorti della nazione di Panem.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
The Hunger Games: Catching Fire
GENERE
NAZIONE
United States
REGIA
CAST
DISTRIBUZIONE
Universal Pictures Italia
DURATA
146 min.
USCITA CINEMA
2013
2013
ANNO DI DISTRIBUZIONE
RECENSIONE
Gli spunti interessanti non mancano al secondo capitolo della saga cinematografica di Hunger Games: l'eroina afflitta da disturbo da stress post traumatico in preda a incubi e visioni, la stessa che tiene in pugno i cuori di due uomini che la difenderebbero con la vita. Viene amplificata la storia della societÀ del futuro il cui popolo schiavizzato rimane manipolato e anestetizzato dai media, ma il giorno della rivoluzione È in arrivo, quello in cui tutti saranno ispirati dall'unica persona in grado di tenere testa alta contro i potenti.

Jennifer Lawrence torna al suo sguardo da leonessa silenziosa con occhi languidi, pronta a ruggire nel momento in cui c'È bisogno di istinto di sopravvivenza. Ciononostante, questo sequel - intitolato La ragazza di fuoco - procede in maniera statica ricalcando la timeline dell'originale e puntando a un respiro piÙ epico con i giovani protagonisti nuovamente pronti a scannarsi tra di loro nei boschi al fine di vincere i giochi.

A tutti gli effetti un capitolo di passaggio, questa nuova avventura accontenterÀ certamente chi ama le pagine della serie di Suzanne Collins e chi si aspetta un sequel piÙ dark e piÙ spettacolare. Il film, infatti, È diretto da quel Francis Lawrence, regista di Io sono leggenda e Constantine, che preferisce un tono visivo piÙ sporco rispetto al precedente, puntando a una confezione “Bigger & Badder”. Non mancano le sequenze interessanti: ancora una volta È di grande effetto la scena in cui Katniss e i suoi sfidanti corrono verso le armi arrivati nell'arena. La corsa questa volta È una nuotata a piÙ non posso per la sopravvivenza.

I giovani attori della saga sono ormai totalmente dentro i loro personaggi iconici, forse troppo legati a loro allo stesso modo in cui il film È troppo schiavo del libro (la produzione, in uno scacco matto commerciale, ha infatti annunciato che il terzo romanzo sarÀ diviso in due film, per non tralasciare niente). Possiamo dunque concludere che l'epoca degli adattamenti È morta e sepolta: agli Studios interessa un “instant book film”, pronto a copiare ogni singola parola del romanzo originale al fine di “accontentare i fan”. BasterÀ trovare un'attrice in grado di tenere sulle spalle la missione: di certo Jennifer Lawrence È in grado di farlo, ma si rimpiange un po' il talento sfoderato in altri impegni cinematografici. Di solito l'attrice ventitreenne È una giovane in grado di apparire donna. Questa volta È tornata a regredire allo stadio teen.
di Pierpaolo Festa
Seleziona una città:
GLI ARTICOLI
  • OGGI IN TV