Home | Film | Personaggio

Raoul Bova

DATA DI NASCITA: 14/08/1971
LUOGO DI NASCITA: Roma
DATA DI MORTE:
biografia
Diplomato alle scuole magistrali, Raoul ha un passato da atleta: ha vinto alcune competizioni di nuoto e si è iscritto all'ISEF, senza terminare gli studi per esordire nel campo dello spettacolo. Inizia con una fiction televisiva, 'Una storia italiana' del 1991, diretta da Stefano Reali, con Sabrina Ferilli e Giuliano Gemma, poi nel 1992 è il candido idraulico Romolo in "Cominciò tutto per caso", con Margherita Buy e Massimo Ghini. Dopo una piccola apparizione in "Mutande pazze" di Roberto D'Agostino, è protagonista in "Piccolo grande amore", commedia sentimentale dei Vanzina, ma è con il settimo episodio della fiction televisiva 'La piovra' che si fa conoscere. Nel 1995 interpreta "Palermo-Milano solo andata" di Claudio Fragasso, accanto a Ricky Memphis, Valerio Mastrandrea e Romina Mondello. Seguono nel 1996 "Ninfa plebea" di Lina Wertmuller con Stefania Sandrelli, "La lupa" di Gabriele Lavia, al fianco di Monica Guerritore e "Il Sindaco" di Ugo Fabrizio Giordani con Anthony Quinn. Nel 1997 interpreta un nuovo capitolo de 'La Piovra' e poi il thriller "Coppia omicida" di Claudio Fragasso, con Laura Morante e Raz Degan, e il film drammatico "La frontiera". Nel 1998 è in "Rewind", thriller sulla realtà virtuale, ma è soprattutto la televisione a vederlo impegnato, con la 'La Piovra 9' e la fiction 'Ultimo' tratta dal libro di Maurizio Torrealta, ispirato alle gesta del capitano dei Carabinieri che arrestò il boss Riina. Nel 1999 Raoul è in "Terra bruciata", film d'esordio di Fabio Segatori. Nel 2001 lo vediamo in "I cavalieri che fecero l'impresa" di Pupi Avati, nel ruolo di un cavaliere che, durante il difficile viaggio alla ricerca della Sacra Sindone, sarà posseduto dal diavolo, ma riuscirà a compiere l'impresa assieme ai compagni e a liberarsi dal Maligno. Oltre a lavorare sul set, Raoul ha anche lavorato in teatro. Nel 2002 lavora in produzioni americane come "Avenging Angelo - Vendicando Angelo" e "Sotto il Sole della Toscana - Under The Tuscan Sun". Nel 2003 è di nuovo al successo con il film "La finestra di fronte" accanto a Giovanna Mezzogiorno e Massimo Girotti diretto da Ferzan Ozpetek. Ha girato "La fiamma sul ghiaccio" di Umberto Marino, e "Liola'" di Gabriele Lavia. E' uno dei protagonisti del film drammatico "Io, l'altro" (2007) e di "Milano Palermo: il ritorno" (2007) di Claudio Fragasso. Ha lavorato nella commedia sentimentale campione d'incassi "Scusa ma ti chiamo amore" (2007) di Federico Moccia. Ha una parte nella commedia "Ti Stramo" (2008).