Tutti a casa

TRAMA
tuttiacasa01098206.JPG

Alberto Innocenzi è sottotenente del Regio Esercito italiano, di istanza in Veneto. Quando l'8 settembre 1943 giunge la notizia dell'armistizio, lui e i suoi soldati si trovano sorpresi sotto il fuoco delle truppe tedesche - ora non più alleate - e lasciati completamente al loro destino. Stanchi e sbandati, tornano a casa, ognuno dalle proprie famiglie. Così, Innocenzi e il suo caro amico e geniere Ceccarelli, indossati gli abiti borghesi, percorrono l'Italia verso - rispettivamente - Latina e Napoli, in un viaggio che si rivelerà piuttosto difficoltoso e durante il quale assisteranno al sequestro da parte dei fascisti di una famiglia che nascondeva un soldato americano, alla cattura di una ragazza ebrea da parte dei nazisti, e si imbatteranno in un gruppo di partigiani. Arrivato a casa, Innocenzi si scontra con il padre che lo vuole arruolato nell'esercito della nuova Repubblica sociale, decidendo quindi di seguire Ceccarelli a Napoli. Qui vengono fatti prigionieri dai fascisti e messi ai lavori forzarti.  Un triste episodio scuoterà l'ex sottotenente da una sorta di passività nei confronti della realtà che si trova a vivere, portandolo così a reagire combattendo per la liberazione.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Tutti a casa
GENERE
NAZIONE
Italia
REGIA
CAST
DURATA
117 min.
USCITA CINEMA
ANNO DI DISTRIBUZIONE
1960