The Avengers

TRAMA
The Avengers - Poster

Il perfido Loki vuole soggiogare l'umanità per mezzo del potere del Tesseract, il Cubo Cosmico che, se sfruttato al meglio, potrebbe anche costituire una fonte inesauribile di energia pulita. Nick Fury e lo S.H.I.E.L.D., per contrastare la minaccia e rimettere le mani sul Tesseract, mettono insieme una task force speciale, composta dagli esseri più potenti della terra: i Vendicatori. Iron Man, Captain America, Hulk, Thor, la Vedova Nera e Occhio di Falco si riuniscono così per sventare il piano dell'asgardiano.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
The Avengers
GENERE
NAZIONE
Stati Uniti
REGIA
CAST
SITO UFFICIALE
DISTRIBUZIONE
Walt Disney Pictures
DURATA
140 min.
USCITA CINEMA
25/04/2012
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2012
RECENSIONE

I Marvel Studios hanno vinto la scommessa. Sono passati quattro anni da “Iron Man”, ma alla fine il complesso puzzle messo in piedi da Kevin Feige e soci ha dato i suoi frutti: “The Avengers” è una corazzata lanciata ai mille all'ora con la missione di esaltare il pubblico estivo e saccheggiare i botteghini. Un trionfo di effetti speciali e smargiassate popolato da personaggi vincenti, cattivi tormentati, duelli tra supereroi, invasioni aliene, sacrificio e soprattutto tanto, tanto gioco di squadra.

Il rischio era che l'eccesso di personaggi e storie intrecciate potesse risultare in un film confusionario e popolato di prime donne. Ma per fortuna, è stato completamente fugato: Joss Whedon firma la sua opera seconda e realizza non solo il miglior film Marvel Studios di sempre, ma il blockbuster più divertente da troppi anni a questa parte. Azione, humor e intelligenza si mescolano alla verve contagiosa del creatore di “Buffy”, che riesce nel miracolo di dare uguale spazio a tutti i personaggi, scavando nelle loro personalità con poche battute ben assestate.

Se Robert Downey Jr. nel ruolo di Tony Stark/Iron Man è una conferma e l'Occhio di Falco di Jeremy Renner una piacevole sorpresa, il personaggio più riuscito è senz'altro il Bruce Banner/Hulk di Mark Ruffalo, goffa e auto-ironica bomba a tempo che riesce a farci dimenticare Edward Norton, e fa da contraltare perfetto al miglior Hulk mai visto sul grande schermo. Menzione d'onore anche per Tom Hiddleston, che in due film ha già preso le misure a Loki e si diverte come un pazzo nel ruolo del cattivo. A soffrire più di tutti forse è Thor, che ha meno spazio nei dialoghi ma recupera alla grande nelle scene d'azione. E l'ormai tradizionale sequenza post-crediti manderà i fumettari in brodo di giuggiole.

Dopo “Quella casa nel bosco” (qui la recensione), Whedon conferma di saper davvero scrivere per il cinema, ma qui dimostra anche un certo estro registico e la lucidità necessaria per mantenere le redini di un finale caotico e ultra-spettacolare. C'è qualche piccolo difetto, come un primo atto un po' lungo e una troppo facile conversione di Hulk. Ma sono dettagli: “The Avengers” è il popcorn movie dell'anno.

di Marco Triolo