La febbre dell'oro

TRAMA
febbre-oro-chaplin.jpg

Charlot, omino ingenuo e cercatore d'oro solitario, si avventura nella fredda pianura canadese di Klondike alla ricerca di una miniera d'oro. Sorpreso da una tormenta, trova rifugio in una capanna di legno in mezzo alle montagne occupata dal fuggitivo Black Larson. Nonostante questi cerchi di sbatterlo fuori, Charlot riesce a rimanere grazie all'arrivo dell'omone Giacomone che impone la sua superiorità su Larson. Esaurite le provviste di cibo, la fame li convince a giocare a sorte chi dei tre debba uscire in cerca di viveri: tocca a Larsen che, però, uccisi e rapinati due poliziotti, non farà più ritorno lasciando i due compagni alla loro sorte. Quando Charlot e Giacomone riprendono ognuno il proprio cammino, quest'ultimo si imbatte in Larsen, che sta cercando di impossessarsi del suo giacimento, e in uno scontro perde la memoria. Charlot, invece, giunge a un villaggio minerario dove conosce e si innamora di Georgia, soubrette di un tabarin, che lo usa per far ingelosire un altro uomo e lo canzona per divertirsi con le amiche. Dopo qualche tempo, giunge al villaggio anche Giacomone che, nonostante la perdita di memoria, si ricorda dell'omino con il quale parte alla ricerca del suo giacimento. Dopo l'ennesimo imprevisto, i due riusciranno a trovare la miniera, e si imbarcheranno su un piroscafo per fare ritorno nella loro patria da milionari. Su quello stesso piroscafo Charlot rincontrerà Georgia: si prevede un lieto fine.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
Gold Rush
GENERE
NAZIONE
Stati Uniti
REGIA
CAST
DURATA
81 min.
USCITA CINEMA
ANNO DI DISTRIBUZIONE
1925
IL CAST