A Good Old Fashioned Orgy

TRAMA
A Good Old Fashioned Orgy - Poster

Eric è un trentenne conosciuto nella sua ristretta cerchia di amici per le grandi feste estive organizzate nella residenza del padre. Ma quando il genitore gli annuncia di voler vendere la casa al mare, il giovane decide che è arrivato il momento di mettere in piedi una grande ed indimenticabile orgia. Gli unici ostacoli consistono nel convincere i riluttanti amici a partecipare al festino e in un'imprevedibile storia d'amore con l'agente immobiliare incaricata di vendere il villino.

VALUTAZIONE FILM.IT
TITOLO ORIGINALE
A Good Old Fashioned Orgy
GENERE
REGIA
CAST
DURATA
95 min.
USCITA CINEMA
ANNO DI DISTRIBUZIONE
2011
RECENSIONE

Threesome, insertion, banging. No, non siamo diventati un sito porno. Questi e molti altri termini – tra cui il curiosissimo Teabagging - vengono utilizzati in “A Good Old Fashioned Orgy” (che si potrebbe tradurre in “Una bella orgia come ai vecchi tempi”), pellicola americana presentata nella sezione Festa mobile: Figure nel paesaggio di Torino 29.

Più vicino ai film di Judd Apatow che al cinema di Todd Phillips - nonostante la presenza di Jason Suidekis ormai specializzato nelle dirty comedies – il film del duo Huyck e Gregory strappa tanti sorrisi e lo fa con sincerità.

Il sesso è l'argomento più discusso dai protagonisti ma, raccontando le storie di questo gruppo di over thirty che per celebrare il passaggio alla loro maturità decidono di organizzare il party definitivo facendo un'orgia, i realizzatori costruiscono personaggi onesti e simpatici. Spesso si fa retromarcia all'ultimo minuto per non sconfinare in temi politicamente scorretti, ma “A Good Old Fashioned Orgy” va avanti e mette in scena un epilogo "non troppo fantascientifico".

Una storia ambientata in riva al mare, con personaggi che per parlare con il cuore, devono prima ubriacarsi: non sarà certo “Il grande freddo”, ma sicuramente di qualità più alta rispetto ai vari cloni di "American Pie” o “Una notte da leoni”. Continuiamo a tenere d'occhio Lucy Punch, già brillante nemesi di Cameron Diaz in “Bad Teacher” e femme fatale per Anthony Hopkins in “Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni” di Woody Allen.

di Pierpaolo Festa