Home | Film | Personaggio

Walt Disney

DATA DI NASCITA: 13/12/1901
LUOGO DI NASCITA: Chicago
DATA DI MORTE: 15/12/1966
biografia
Abbandonato da piccolo dalla madre, Walt Disney insieme al fratello Roy vive un'infanzia molto difficile. A dieci anni vende giornali per la strada, successivamente si dedica per un po' al teatro. L'amore per il disegno lo porta a lavorare in una agenzia pubblicitaria di Kansas City, dove incontra Ub Iwerks, che diventerà in seguito il suo più stretto collaboratore. Dopo aver realizzato insieme una piccola serie di cartoon satirici, Disney fonda nel 1922 una piccola società di produzione che ben presto fallisce. Insieme al fratello e a Iwerks si trasferisce a Hollywood dove fonda la Walt Disney Production. Nel 1928, proprio nella città del cinema, realizza un cartone animato con un personaggio che segnerà la storia dell'animazione: Mickey Mouse,ovvero Topolino. In breve tempo vengono realizzati numerosi episodi, prima muti, poi sonori dedicati a questo piccolo personaggio, come per esempio "Buon compleanno Topolino". Nel 1933 nascono "I tre piccoli porcellini", la cui canzone, "Who's Afraid of the Big Bad Wolfe?", diventa l'inno della campagna elettorale di Roosvelt. Nel 1934 compare Donald Duck (Paperino) che insieme a Topolino diventa il personaggio più amato al mondo. Nel 1937 Walt realizza il suo primo lungometraggio: "Biancaneve e i sette nani", cui seguono "Pinocchio" (1939), poco apprezzato dal pubblico e dalla critica, e "Fantasia" (1940). Prendendo spunto dai racconti popolari, Disney inventa via via nuovi eroi: nel 1941 arriva Dumbo,l'elefante volante, e un anno dopo crea il cerbiatto di nome Bambi .Dopo la Grande Guerra, che rallenta la produzione,nei cartoni di Disney ritornano anche i personaggi umani. "Cenerentola" nel 1950, "Alice nel paese delle meraviglie" (1951) e "La bella addormentata nel bosco" nel 1958. Nel 1961 è la volta della "Carica dei 101" uno dei più grandi successi della Disney, con la partecipazione di personaggi un pò umani e un pò animali. Intanto, la costruzione di Disneyland è il segnale più evidente del successo che Walt comicia a risuotere a livello internazionale. Disney, fumatore accanito, muore il 15 dicembre 1966 a causa di innumerevoli problemi ai polmoni. Ma il suo impero sopravvive, producendo nuovi lungometraggi animati come "Hercules", "Mulan", "Lilo&Stich", "Koda fratello Orso" e "Mucche alla Riscossa".