Home | Film | Personaggio

Kim Novak

DATA DI NASCITA: 13/02/1933
LUOGO DI NASCITA: Chicago, Illinois, USA
DATA DI MORTE:
biografia
Kim Nevek, nome d'arte di Marylin Pauline Novakosky, è di origine ebraica, ma di religione cattolica. Inizia la sua carriera come modella, e viene notata nel 1951 e scelta per pubblicizzare una marca di frigoriferi. Dopo essersi trasferita a Los Angeles, ottiene una piccola parte nel film "The French Line" (1954), accanto a Jane Russell e Gilbert Roland; il film non ha un gran successo ma continua a recitare arrivando al successo con la pellicola "Criminali di turno" (1954) di Richard Quine. È l'inizio della sua brillante carriera. Viene diretta nel drammatico "L'uomo dal braccio d'oro" (1955), e l'anno successivo affianca William Holden in "Picnic" (1956). Viene ricordata per alcune commedie interessanti come "Una strega in paradiso" (1957), con gli affiatati James Stewart e Jack Lemmon, e "Pal Joey" (1957), in cui sfodera un notevole talento. A 25 anni entra nel gotha del cinema grazie al capolavoro "La donna che visse due volte" (1958) di Alfred Hitchcock. Lavora con Kirk Douglas nel sensualissimo "Noi due sconosciuti" (1960), e ancora in coppia con Jack Lemmon gira "L'affittacamere" (1962). Il maestro della commedia Billy Wilder la dirige accanto a Dean Martin in "Baciami stupido" (1964); interpreta una popolana nel film "La vita e gli amori di Moll Flanders" (1965), dal romanzo di Daniel Defoe, dove incontra il futuro marito Richard Johnson, che sposa nel 1965 e da cui divorzia un anno dopo. Dopo il film "Quando muore una stella" (1968) di Aldrich decide di abbandonare il cinema dedicandosi agli animali. Negli anni Settanta compare solo in tre film, fra cui "Sfida a White Buffalo" (1977) di Lee Thompson. Partecipa in "Assassinio allo specchio" (1980), da un romanzo di Agatha Christie, mentre spopola in TV. I suoi ultimi film sono "Children" (1990) di Palmer e "Liebestraum" (1991).