Home | Film | Personaggio

Francesca Comencini

DATA DI NASCITA: 19/08/1961
LUOGO DI NASCITA: Roma
DATA DI MORTE:
biografia
In Italia, si sa, non è facile essere figli d'arte, ma le quattro figlie di Luigi Comencini non sembrano affatto imbarazzate da ciò che il loro cognome rappresenta per il cinema italiano, e ben tre di loro, Paola, Cristina e Francesca, hanno intrapreso la carriera cinematografica, come scenografa la prima, registe e sceneggiatrici le seconde. Nata a Roma nel '61, Francesca ha studiato filosofia prima di avvicinarsi al mondo paterno della celluloide. Ha esordito nella regia a 23 anni con "Pianoforte", una vicenda autobiografica di tossicodipendenza e sentimenti, premiato come miglior film nella sezione De Sica al Festival di Venezia nel 1984. In Francia ha poi girato "La luce del lago" (1989), una storia drammatica, dalle analisi sentimentali appena sussurrate, sull'impossibile amore fra un ragazzo che tenta di sfuggire alla malavita e una scrittrice. Per la televisione francese ha firmato nel '97 un documentario sulla scrittrice Elsa Morante, poi comprato dalla Rai, e l'anno successivo si è dedicata a 'Shakespeare a Palermo', opera che filma la messa in scena che Carlo Cecchi ha realizzato di 'Sogno di una notte di mezza estate' per il teatro Garibaldi di Palermo, alternando alle prove degli attori immagini della ricostruzione del teatro nel quartiere della Kalza e annotazioni di Antonine Artaud. Sposata al produttore francese Toscan Du Plantier e madre di tre figli, con "Le parole di mio padre" Francesca Comencini è dunque tornata a lavorare in Italia a 16 anni dall'esordio di "Pianoforte". Ha poi diretto il documentario 'Carlo Giuliani, Ragazzo', presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2002, prima del suo ultimo lavoro "Mi Piace Lavorare - Mobbing" vincitore della sezione 'Panorama' al 54° Festival di Berlino (2004). Ultimamente ha presentato alla Prima Edizione del Cinema di Roma "A casa nostra" (2006) interpretato da Valeria Golino e Luca Zingaretti.