Home | Film | Personaggio

Barbara Bouchet

DATA DI NASCITA: 15/08/1943
LUOGO DI NASCITA: Reichenberg
DATA DI MORTE:
biografia
Figlia di un fotografo e cameraman, Barbara nasce in Cecoslovacchia. Ben presto però, l'intera famiglia si trasferisce a San Francisco, in California. Studia alla Galileo High School, mentre il padre riprende il lavoro di fotografo, e nel 1959, Barbara vince un concorso di bellezza, aggiudicandosi la fascia di Miss Gidget. Da questo momento in poi si aprono le strade della moda e quelle dei concorsi di bellezza, grazie ai quali riusce ad acquistare altri titoli come quello di Miss China Beach. Notata dal marito di Doris Day, il produttore Martin Melcher, riesce ad essere introdotta a Hollywood, ma inizialmente solo come comparsa. Lavora nei film "I guai di papà" (1964) di Jack Arnold alle pellicole di J. Lee Thompson, "La signora e i suoi mariti" (1964) con Paul Newman, Robert Mitchum, Dean Martin e Gene Kelly, "I due seduttori" (1964) con Marlon Brando e David Niven e "Scusa, me lo presti tuo marito" (1964) di Jack Lemmon. Sempre nel 1964, recita nel telefilm 'The Rogues', ancora una volta con Niven, poi passa di nuovo al cinema con "Donne v'insegno come si seduce un uomo" (1964) con Natalie Wood e Henry Fonda. Ha solo 17 anni, quando riesce a fare colpo su Otto Preminger, il quale le offre un contratto per 7 anni come attrice. Riesce così ad avere un ruolo importante nella pellicola "Prima vittoria" (1965) accanto a John Wayne e Kirk Douglase in "Agente H.A.R.M." (1966). Charles K. Feldman, un altro finanziatore cinematografico, le propone una parte in "Casino Royale" (1967) nel ruolo di Miss Moneypenny, la mitica segretaria di 007. Accetta e firma un nuovo contratto da 7 anni con Feldman, che solo alla morte di quest'ultimo la libererà dai vincoli lavorativi imposti. Dopo un numero consistente di apparizioni nella televisione statunitense, arriva in Italia per girare "Sweet Charity" (1969) di Bob Fosse. Qui, conosce Piero Zuffi che la vuole nel suo film "Colpo rovente" (1970) con Carmelo Bene. Dopo "Non commettere atti impuri" (1971) gira "La tarantola dal ventre nero" (1971) con Stefania Sandrelli e "Anche se volessi lavorare, che faccio?" (1972) con Vittorio Caprioli, fino al drammatico "Valeria dentro e fuori" (1972) ancora con Gora. Nel 1974, sposa poi Luigi Borghese, dal quale avrà ben due figli: l'oggi chef Alessandro Borghese e il barman Massimiliano Borghese. Scelta da Salce per "L'anatra all'arancia" (1975), nello stesso periodo, è diretta da Mauro Bolognini e "Per le antiche scale" (1975), dove ha occasione di lavorare accanto a Marcello Mastroianni. L'anno seguente, è con Yul Brynner in "Con la rabbia agli occhi" (1976), poi passa a Caprioli in "Diamanti sporchi di sangue" (1978). Con il declino della commedia sexy all'italiana, la Bouchet cerca di togliersi di dosso lo status di sex symbol e di entrare in televisione, adattandosi, di quando in quando, anche a qualche ruolo teatrale. Diventata spalla femminile della coppia Franco&Ciccio prima nel film "Crema, cioccolato e pa%u2026 prika" (1981) e nel 1985 si lancia nella produzione di una serie di libri e videocassette di aerobica di notevole successo. Tarantino proclama la Bouchet sua musa ispiratrice e tutto cambia: ha un piccolo ruolo nel film di Martin Scorsese "Gangs of New York" (2002) con Leonardo DiCaprio, ed entra a lavorare nelle soap 'Incantesimo 6' (2003) e 'Un posto al sole'. Riprende il cinema accanto a Enrico Montesano in "Bastardi"(2008).