Home | Film | Personaggio

Antonio Catania

DATA DI NASCITA: 22/02/1952
LUOGO DI NASCITA: Acireale, Catania (Italia)
DATA DI MORTE:
biografia
Studia filosofia presso l'Università Statale di Milano, dove si trasferisce nel 1968. Nel 1975 si diploma presso la Scuola d'Arte Drammatica del Piccolo Teatro di Milano e in seguito frequenta i seminari di Mario Gonzales, Dominic De Fazio e Colombaioni. Sempre nel '75 inizia la collaborazione con il Teatro dell'Elfo, dove viene in contatto con il regista Gabriele Salvatores. Ed è proprio Salvatores che gli affida i primi ruoli cinematografici nei film "Kamikazen - Ultima notte a Milano" (1987), "Puerto Escondido" (1992) e soprattutto "Mediterraneo" (1990), premio Oscar per il miglior film straniero. Nel corso della carriera è stato scelto in genere per ruoli di secondo piano dove ha comunque avuto modo di esprimere le sue qualità di caratterista recitando per registi come Leone Pompucci in "Le mille bolle blu" (1993) e "Camerieri" (1994), con Carlo Mazzacurati in "Vesna va veloce" (1996), con Silvio Soldini in "Pane e tulipani" (2000) e Gianluca Maria Tavarelli in "Qui non è il paradiso" (2000). Nel 1999 ha ottenuto il Nastro d'argento come miglior attore non protagonista insieme al resto del cast di "La cena" di Ettore Scola, mentre nel 2002 è stato candidato sempre al Nastro d'argento ma come miglior protagonista per "Ribelli per caso" di Vincenzo Terracciano. Dopo aver partecipato a "Chiedimi se so no felice" (1998) e "Così è la vita" di Aldo, Giovanni e Giacomo, i tre lo hanno chiamato a recitare anche in "La leggenda di Al, John e Jack" (2002). Numerose anche le sue apparizioni televisive per le sit-com italiane. Nel 2004 ha lavorato con Carlo Verdone in "L'amore E' Eterno Finche' Dura" (2004), e ha recitato in "Non Prendere Impegni Questa Sera" (2005) e "La Cura del Gorilla" (2005) accanto a Claudio Bisio. Ultimamente ha interpretato "Liscio" vincitore del Premio Alice nelle Città alla Festa del Cinema.