Home | Film | Personaggio

Anthony Steel

DATA DI NASCITA: 21/05/1920
LUOGO DI NASCITA: Northwood
DATA DI MORTE: 22/03/2001
biografia
Figlio di un ufficiale dell'Esercito Britannico in India, frequentò la Alexander House Prep School a Broadstairs nel Kent, e successivamente l'Università di Cambridge. Quando scoppiò la seconda guerra mondiale egli si arruolò nei Grenadier Guards, diventandone ufficiale. Venne seriamente ferito in Medio Oriente e poi nuovamente in Estremo Oriente. Divenne paracadutista e compì nove missioni con lanci. Dopo la smobilitazione, Steel decise di diventare attore ed ottenne alcune parti sul palcoscenico, tra cui quella in Roses for Her Pillow, in cui fu l'antagonista di Margaret Lockwood.  Fu una nipote di J. Arthur Rank, che egli frequentava, a presentarlo al magnate cinematografico inglese durante un ricevimento. Successivamente Rank gli fece ottenere dalla Rank Organization un contratto a lungo termine. Steel intraprese un periodo di tirocinio presso la The Company of Youth, che gli consentì di fare esperienza con piccole parti in molti film, iniziando da Sarabanda tragica (1948). Nello stesso anno comparve in Passioni, nel 1949 in I giovani uccidono, Il duca e la ballerina, Cristoforo Colombo e in The Chiltern Hundreds.
Il primo grosso successo di Steel risale al 1950 con il film Campo 111, storia realmente accaduta di tre prigionieri di guerra britannici che fuggirono da un campo di concentramento. Tale interpretazione lo portò al rango di star cinematografica. Steel ottenne un nuovo successo con l'interpretazione dell'eroe romantico in Un monello alla corte d'Inghilterra (1950) e recitò con Bette Davis in La fossa dei peccati (1951). Fu quindi il protagonista in Dove gli avvoltoi non volano (1951), che fu il film più popolare in Gran Bretagna in quell'anno e il Royal Command Performance Film for 1951, confermando Steel come un'attrazione per il botteghino. Nel 1952 fu eletto dai gestori britannici di sale cinematografiche al quarto posto fra gli attori britannici più popolari. Rank provò a inserire Steel in una commedia, Something Money Can't Buy (1952), ma l'accoglienza del pubblico non fu entusiastica, cosicché l'attore tornò a film bellici come Sangue bianco (1952) e Una storia di guerra (1953), genere cui pareva molto più adatto. In rare occasioni interpretò film come primo attore, mentre solitamente faceva da spalla a celebri divi quali Claudette Colbert, Errol Flynn, Alec Guinness, Peter Finch o Bette Davis. Ciò non di meno era popolare e nel 1954 lui e Dirk Bogarde risultarono i due attori della Rank Organisation meglio pagati. Al culmine della carriera, venne classificato dai gestori britannici di sale cinematografiche come uno tra i più popolari attori nazionali.
Nel 1956 Steel sposò l'attrice svedese Anita Ekberg, con la quale si trasferì a Hollywood, con risultati contrastanti. Egli ruppe il contratto con la Rank Organisation, subì la pubblicità negativa derivatagli dai litigi con la Ekberg, dagli scontri con i paparazzi e dall'arresto che subì due volte per guida in stato di ebbrezza. Durante il suo soggiorno a Hollywood egli comparve in un solo film: La donna del ranchero (1957), nel quale recitò anche la moglie.
Steel rientrò in Gran Bretagna ma non riuscì a riguadagnare la propria popolarità. Il ruolo più prestigioso che ottenne fu in una pellicola diretta da Michael Powell, Luna di miele (1959), ma fu l'ultimo film a dargli una qualche notorietà. Oltre all'ostilità che gli dimostrò la Rank, per aver rotto a suo tempo il contratto, Steel dovette subire anche il calo del favore popolare verso il genere di film di guerra che gli aveva procurato la fama. Nel 1960 Steel si trasferì a Roma, ove visse per una decina di anni. I ruoli da lui interpretati divennero sempre più brevi e meno prestigiosi, come quello di Sir Stephen nel film Histoire d'O (1975) di Just Jaeckin, adattamento dell' omonimo romanzo della scrittrice francese Dominique Aury, pubblicato nel 1954.  Negli anni settanta tornò nuovamente in Inghilterra, ove comparve in numerose serie televisive quali Un asso nella manica, I Professionals, Robin Hood e la soap opera Crossroads. Dopo l'attività degli anni ottanta, lavorò sporadicamente e condusse per alcuni anni un'esistenza riservata in un piccolo appartamento a Northolt, nella zona ovest di Londra. Il suo agente di allora David Daly, lo convinse infine a ritirarsi a Denville Hall, una casa di riposo per anziani attori e gli fornì un ruolo di guest star nella serie TV inglese The Broker's Man, non molto prima del suo decesso.

(wikipedia)
FILMOGRAFIA