Home | Film | Personaggio

Anna Bonaiuto

DATA DI NASCITA: 28/01/1950
LUOGO DI NASCITA: Napoli
DATA DI MORTE:
biografia
Nata da una famiglia di origine napoletana, già da bambina Anna sente la passione per la recitazione. Determinata nei suoi propositi, a 22 anni si diploma all'Accademia d'Arte Drammatica, esordendo a teatro sotto la guida dei più grandi registi italiani: Luca Ronconi, Mario Missiroli e Carlo Cecchi. Nel 1972 debutta al cinema con il film "Teresa la ladra" di Carlo Di Palma, accanto a Monica Vitti e un giovanissimo Michele Placido. Mentre l'anno seguente, è nel cast di "Film d'amore e d'anarchia, ovvero 'stamattina alle 10 in via dei Fiori nella nota casa di tolleranza%u2026'" , diretta dalla regista italiana Lina Wertmuller. Nel 1992 arriva al successo grazie alla pellicola "Morte di un matematico napoletano", primo film di Mario Martone, accanto a Carlo Cecchi. È proprio con Martone che Anna inizia un fortunato sodalizio artistico e un amore appassionato. Nel 1993, vince la Coppa Volpi a Venezia come Miglior attrice non protagonista nel film di Liliana Cavani "Dove siete? Io sono qui" e l'anno seguente, Michael Radford, la dirige ne "Il postino", ultimo film del compianto Massimo Troisi, accanto a Philippe Noiret e Maria Grazia Cucinotta. Ritorna come protagonista di un film nel 1995, accanto a Gianni Caiafa, nel film di Martone "L'amore molesto", con cui ottiene il Nastro d'Argento ed il David di Donatello come miglior attrice protagonista, nonché il riconoscimento del grande pubblico italiano e straniero. Continuano le collaborazioni con il suo compagno: gira infatti "I Vesuviani" (1997) e "Teatro di guerra" (1998). Alla fine degli anni Novanta, sarà la prostituta Maddalena che si ribella alla propria situazione sociale in "Appassionate" (1999) di Tonino de Bernardi, mentre nel 2000 veste i panni di una psicologa in "Prima la musica, poi le parole" (2000) di Fulvio Wetzl. Nel 2005 è la volta di "La passione di Giosuè l'ebreo" di Pasquale Scimeca e nel 2006 gira "Il caimano" (2006) di Nanni Moretti. Ha interpretato "L'uomo di vetro" (2006) di Stefano Incerti e "Il Divo" di Paolo Sorrentino. Inoltre è nella commedia di Carlo Verdone "Io, loro e Lara" (2009).